Escursioni nella natura della Sardegna

340.649.4367

La Sardegna offre innumerevoli possibilità di osservazione per gli appassionati di birdwatching. In primo luogo, perché in gran parte è ancora una terra poco antropizzata e selvaggia, basti pensare che in tutta la regione vivono solo 1.600.000 persone, meno che nella sola Milano! In secondo luogo, perché funge da portaerei, situata com’è nel cuore del Mediterraneo, a tutti gli uccelli migratori che transitano tra l’Europa e l’Africa, offrendo loro cibo, riparo e correnti ascensionali, inesistenti in mare aperto, che ne favoriscono il volo.

Ora armati di binocolo e macchine fotografiche andremo a visitare quegli hot spot dove l’avifauna si concentra, sia essa stanziale o migratoria. Queste località sono sconosciute ai più, che in massa si limitano a visitare il seppur interessante lago di Baratz o lo stagno del Calik, dove in prevalenza potranno osservare solo l’onnipresente folaganoi abbiamo altre ambizioni! Chiaramente, la stagionalità della migrazione fa sì che il periodo di elezione per il birdwatching nella nostra regione vada dalla metà di ottobre a tutto il mese di marzo. Tuttavia, anche il periodo fuori da quello menzionato può riservare piacevolissime sorprese.

Nel corso dell’anno potremo infatti avvistare con ottima frequenza le seguenti specie:
l’avvoltoio grifone  -  l’aquila reale - la pernice sarda - la gallina prataiola - l’occhione - il falco di palude - il falco pellegrino - il falco della regina - il germano reale - aironi e fenicotteri che si sono stanzializzati - le immancabili folaghe e le gallinelle d’acqua - il rarissimo pollo sultano, per non parlare poi delle specie marine di pregio come la berta maggiore, la berta minore, l’uccello delle tempeste, il gabbiano corso ed altri ancora!

Tra le varie specie che potrai ammirare  con maggior frequenza nel periodo della migrazione, oltre a quelle stanziali, ci sono sicuramente:
il fenicottero  -  l’airone bianco - l’airone cenerino - la garzetta - l’airone guardabuoi - la spatola - l’ibis sacro - il cavaliere d’Italia - il combattente - il beccaccino - il frullino - il porciglione - il piviere dorato - il moriglione - il mestolone - il germano reale - l’alzavola - il quattrocchi - la volpoca - la marzaiola - il codone - il fischione - la canapiglia - la moretta - la pavoncella  -  la ghiandaia marina - il falco pescatore e molti altri uccelli ancora. In un paio di occasioni abbiamo avvistato anche dei pulcinella di mare, rarissimi alle nostre latitudini. Ti aspettiamo quindi per vivere con noi questa meravigliosa avventura alla ricerca degli uccelli più belli d’Europa!

Che cosa offriamo:

vGuida ambientale escursionistica ufficiale della regione Sardegna

vAssicurazione per tutti i partecipanti

vOsservazione ornitologica effettuata fuori dai comuni itinerari

vStrumenti per osservazione dell’avifauna

vEventuale transfer (extra cost)

vVi garantiamo divertimento, paesaggi splendidi ed indimenticabili: un’esperienza unica da provare!

 

Le escursioni di ricerca e osservazione uccelli

Durata: mezza giornata
Programma:
Ore 8,00: ritrovo ad Alghero, P.le della Pace
Ore 8,30: partenza  
Ore 13,00 circa: rientro ad Alghero, P.le della Pace
Abbigliamento:
Sportivo secondo la stagione, scarponcini da trekking, 1,5 lt. di acqua, spuntino al sacco
Costo:
A partire da 40 € per pax

Durata: giornata intera
Programma:
Ore 8,00: ritrovo ad Alghero, P.le della Pace
Ore 8,30: partenza  
Ore 17,00 circa: rientro ad Alghero, P.le della Pace
Abbigliamento:
Sportivo secondo la stagione, scarponcini da trekking, 3 lt. di acqua, pranzo al sacco
Costo:
60 € per pax

Numero Minimo partecipanti:
4 pax

prenota escursioni sardegna

binocolo

pronotazione escursioni

Iscrizione Newsletter

Usando questo sito l'utente accetta l'installazione dei "cookie" sul proprio browser. Per saperne di piu' Approvo